MOSAICI DI PRAENESTE NELLE STAMPE

Palestrina 2017, pp. 232

E' questo il secondo volume che l'autore dedica alle antichità di Praeneste nelle stampe. Il volume è dedicato ai mosaici, in cui la parte del leone spetta al mosaico Barberini o "nilotico", ma non mancano disegni, incisioni, litografie di mosaici meno noti, come quello raffigurante il "Rapimento d'Europa", oggi in Germania, quelli siti nella chiesa di S. Maria in Trastevere a Roma, o, ancora, quello "dei pesci", ancora in situ a Palestrina.

Le opere riprodotte vanno dal 1627 circa, con i primi disegni del mosaico Barberini, commissionati da Cassiano dal Pozzo, al 1928, con la raffigurazione di due giraffe, riprese dallo stesso mosaico, eseguita dall'antropologo tedesco Laufer Berthold.

Tutte le opere sono riprodotte in bianco e nero e in ordine cronologico; ogni figura ha un numero progressivo, cui si fa riferimento nel testo, l'autore e l'esatta didascalia tratta dal testo originario.

2017-pinci mosaici.jpg
Share this