UNO SPECCHIO BRONZEO PRENESTINO AL MUSEO DEL LOUVRE

UNO SPECCHIO BRONZEO PRENESTINO AL MUSEO DEL LOUVRE

28 Luglio 2020 0 Di angelo

Capolavori di Praeneste nel mondo n° 6

Tra i capolavori antichi esposti al Museo del Louvre, troviamo anche uno specchio prenestino.

Una cartolina, stampata nel 1970 dalla Mexichrome per le Edizioni dei Musei Nazionali francesi, raffigura lo specchio inciso, conservato del Dipartimento di Antichità greche e Romane del Museo del Louvre (Inv. GR 020 – Br 1743). L’incisione dello specchio di bronzo raffigura Ercole incoronato da una Nike.

Non si conosce l’esatta provenienza dello specchio ma, dallo stile e dalla forma, si tratta molto probabilmente di uno specchio prenestino. La produzione degli specchi a Praeneste si sviluppa contemporaneamente a quella etrusca, tra la fine del VI e la fine del III-inizi II sec. a.C. Gli specchi prenestini si differenziano da quelli etruschi per due caratteristiche: il manico massiccio fuso e la forma del disco piriforme. Nel 1912, George Matthies (Die Praenestinischen Spiegel), fu il primo a tentare una classificazione degli specchi fino ad allora conosciuti, che provenivano soprattutto dagli scavi ottocenteschi della necropoli della Colombella.